Con l’avvento delle nuove tecnologie, le nostre vite sono cambiate radicalmente rispetto a qualche anno fa.
Anche in campo odontoiatrico il progresso tecnologico ha portato tante novità.
Tali innovazioni hanno cambiato il modo di lavorare, fornendo innumerevoli vantaggi sia per i pazienti che per gli operatori.

impronte-tradizionali

Una delle grandi novità che ha rivoluzionato il mondo odontoiatrico è l’avvento dell’impronta digitale tramite lo scanner intraorale 3D.
Grazie a questa tecnologia abbiamo eliminato nel nostro studio il fastidio che si prova quando si prendono le impronte dentali con la classica “pasta dentale”.

impronte-tradizionali

Non ne hai mai sentito parlare? Continua a leggere per scoprire tutti i segreti.

Da oggi la sensazione di nausea e vomito associata alle impronte dentali sarà solo un lontano ricordo.
Infatti in meno di 5 minuti sarà possibile rilevare un’immagine digitale estremamente precisa delle arcate. Sulla base della quale, il professionista può stabilire il piano di trattamento e mostrare al paziente l’anteprima del sorriso futuro.

Quali sono i vantaggi della scansione 3D?

I vantaggi sono innumerevoli, ma tra questi sicuramente vanno nominati:

  • L’eliminazione della sensazione sgradevole delle impronte “tradizionali”
  • La velocità di esecuzione della scansione.
  • La precisione elevatissima del modellino 3D delle arcate.
  • La velocità per recapitare al laboratorio l’impronta digitale senza dover fisicamente spedire materialmente l’impronta, ma semplicemente con un click del mouse in tempo reale.
  • L’eliminazione di numerosi rifiuti di materiali monouso per ridurre l’impatto ambientale.

Come funziona lo scanner?

Lo scanner attraverso un puntale ottico grande quando un dito, riprende le arcate come una videocamera.
L’odontoiatra, facendolo passare sulle arcate, nel giro di pochi minuti, rileva ed acquisisce digitalmente tutti i dettagli anatomici in 3D della bocca del paziente, compreso il colore del dente e la presenza di placca e infiammazione.
Il paziente durante la scansione è inoltre in grado di vedere in tempo reale sul monitor il risultato dell’acquisizione.

È fastidioso?

Come detto prima, lo scanner serve proprio per eliminare ogni tipo di fastidio relativo alla procedura di presa delle impronte tanto odiate da molti pazienti.
La procedura di scansione è assolutamente indolore e senza fastidi alcuni.

La si può paragonare tranquillamente al fastidio di una fotografia…ovvero pari a zero.

Quanto dura?

La scansione delle due arcate complete può richiedere dai 5 ai 10 minuti al massimo.
Nel caso delle bocche più piccole, come nei bambini, i tempi si riducono ulteriormente anche al di sotto dei 3-4 minuti.

Chi può sottoporsi a questa procedura?

Tutti possono farlo! Assolutamente non esistono limiti di età, né controindicazioni cliniche di alcun tipo.

Si usa anche per i bambini?

Assolutamente si! Anzi forse i bambini sono quelli che possono trarre maggiori benefici da questo metodo di acquisizione digitale totalmente privo di fastidi.
Nel nostro studio l’acquisizione di impronte per tutti i bambini avviene in forma digitale. I più piccoli affrontano così la cosa con estrema tranquillità e molto spesso si divertono insieme al clinico a riguardare insieme le loro bocche in 3D sul monitor dello scanner.

Per cosa serve la scansione 3D?

Potenzialmente per tutte le terapie che normalmente richiedono la presa di un’impronta tradizionale:

  • Protesi su denti naturali e su impianti.
  • Apparecchi ortodontici per adulti e per bambini.
  • Mascherine trasparenti Invisalign.
  • Modelli studio.
  • Documentazione pre e post cure.

Se devi sottoporti ad una di queste terapie ed hai timore delle impronte dentali tradizionali con il classico impasto…

Prenota ora la tua prima visita e prova la magia delle impronte virtuali!

Fissa un appuntamento

Contattaci per maggiori informazioni





AcconsentoNon acconsento al trattamento dei miei dati personali per l'invio tramite sms e/o e-mail di comunicazioni informative e promozionali, nonché newsletter da parte dello Studio Dentistico Abaco in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate.